Usando questo sito concordo che questa pagina usi cookies per analisi e contenuto personalizzato.
stato delle conoscenze tecniche | 2015-02-05

Grande incendio nel grattacielo del villaggio olimpico Innsbruck

Torna alla pagina principale

Nel caso in cui si sviluppasse un incendio all’interno di un edificio composto da 11 piani, 70 appartamenti ed un numero prossimo ai 260 inquilini, ogni instante così come ogni dettaglio progettuale diventa importante. Ecco dunque che anche l‘illuminazione d’emergenza svolge il suo ruolo in questo ambito determinante laddove pensata seguendo dinamiche normative e concettuali.

Di fatto, il 20 luglio 2014, pochi minuti dopo lo scoppio dell’incendio avvenuto alle ore 21:58, oltre 200 vigili si trovarono di fronte ad una sfida contro il tempo: Evacuare tutte le persone dall’edificio, estinguere l’incendio e mettere al riparo per la tromba delle scale del materiale pericoloso immagazzinato

L’ispettore provinciale dei vigili di fuoco DI Gruber ha sottolineato a posteriori quello che per tutti sembra essere ovvio: senza il sistema di illuminazione d’emergenza, la lotta contro quell’incendio, così come l’assistenza all’evacuazione protrattosi per quasi tutta la notte non sarebbero stati possibili senza difficoltà. Molte persone non sono consapevoli del fatto che durante un incendio l’edificio, per questioni di sicurezza viene sempre “sganciato” e quindi reso senza corrente; ecco che l’illuminazione d’emergenza per i servizi di soccorso è indispensabile.

Grazie al rinnovo delle misure antincendio degli edifici e grattacieli della Innsbruck Immobilien Gesellschaft, costruiti negli anni 60 e 70, è stato possibile mettere a disposizione sufficiente luce per i soccorritori fino all’alba (più di 7 ore) anche in assenza corrente ordinaria.

La sensibilità della Innsbrucker Immobilien Gesellschaft poi in materia di sicurezza l’ha portata a definire un accordo annuale per la manutenzione dei suoi stabili con din Italia, così da certificare che, in caso di necessità, i suoi impianti possano funzionare in ottemperanza secondo la disciplina Austriaca ÖVE E8002.

Torna indietro